Come catturare l’attenzione dei tuoi ascoltatori

attenzione
Facciamo un ragionamento su come viene fruita la musica oggi.
Come artisti pretendiamo sempre il meglio da noi stessi, e quindi vogliamo avere il nuovo mixer, la nuova scheda audio, il nuovo plugin, e continuiamo a comprare attrezzatura pensando che migliorerà le nostre produzioni.
E in parte lo farà, è vero, ma raramente migliorare la nostra attrezzatura ci porterà nuovi clienti.
Ma soprattutto, quando i nostri brani saranno finiti e pronti per essere distribuiti, come verranno consumati?
Più precisamente, come le persone ascoltano la musica?
attenzione ascoltare musica
Perché se è vero che noi stiamo attenti (non sempre) ad ascoltare musica con un impianto professionale, la maggior parte delle persone ascolta musica con le casse dell’iPhone o con le ormai famose Airpods, le cuffiette di Apple.
Questo dovrebbe farci riflettere per 2 motivi.
Il primo è che noi inseguiamo il suono perfetto, ma poi tutto viene consumato in stile fast food… in modo superficiale, con smartphone, cuffiette, e strumenti che lasciamo poco spazio ai dettagli.
Infatti, le persone saltano avanti per sentire come si sviluppa il brano perché non hanno pazienza, cliccano senza sapere chi abbia composto il brano ma solo per curiosità, e se dopo 10 secondi (o forse meno) il brano non piace, chiudono l’app e passano al brano successivo, ecc..
Il secondo motivo è che le persone hanno una soglia di attenzione molto bassa, e si stancano velocemente di ciò che stanno guardando, a patto che questo non sia veramente interessante.
Il pesce rosso ha un attenzione media di 9 secondi.
L’essere umano è recentemente sceso a 8 secondi.
attenzione pesce rosso
Siamo nell’era del consumismo di massa…
E anche la musica segue questo trend.
Cosa possiamo fare?
In realtà molto poco, ma sicuramente prestare attenzione a una cosa veramente importante:
Concentrarci sui primi 3-5 secondi di qualsiasi materiale produciamo.
I primi 3-5 secondi di un video o di un audio, sono fondamentali per catturare l’attenzione e entrare subito nel vivo della nostra comunicazione.
Superati questi primi secondi, se siamo riusciti a catturare l’attenzione, i nostri ascoltatori continueranno curiosi ad ascoltarci. Altrimenti passeranno oltre.
E’ un dato oggettivo ormai assodato. Lo possiamo verificare su noi stessi, anche solo vedendo come scorriamo il feed di Facebook o Instagram. Molte volte ci comportiamo così anche noi…
Ma i primi 3-5 secondi possono fare la differenza!
Non significa concentrare tutto in così poco tempo, ma semplicemente catturare l’attenzione, e poi continuare ad intrattenere con contenuti interessanti.
Fate attenzione a questo dato, e vedrete che inizierete a raccogliere molti più consensi e follower, e inizierete a sviluppare un audience più attenta e vogliosa di seguire ciò che fate.

 


Vuoi iniziare a lavorare nel settore musicale?

Iscriviti a questa lezione gratuita e scopri come fare:

accedi ora

Vuoi maggiori informazioni?

Chiama il Numero Verde gratuito 800.333.414

numero verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
Torna su