Il covid ha messo in ginocchio anche gli artisti internazionali

covid concerti
E’ un periodo difficile per chi ha sempre lavorato con i Live.
Nemmeno i grandi artisti sono esenti dalla situazione attuale, annullamenti di concerti, rinvii, doppi rinvii, ecc..
Non è facile, e questo ci rattrista e ci demotiva…
Ma facciamo un ragionamento insieme.
Adele, ad esempio, ha dovuto annullare il suo spettacolo “Weekends with Adele” al Caesars Palace di Las Vegas, che doveva andare in scena dal 21 gennaio al 16 aprile per due volte ogni fine settimana.
adele covid concerti
Adele, che ha già vinto 15 Grammy, si stima che avrebbe guadagnato mezzo milione di dollari a esibizione, ma ha dovuto comunque annunciare il rinvio degli spettacoli (e lo ha fatto in lacrime sul suo profilo Instagram).
Ecco, il Covid ha messo in ginocchio il settore della musica dal vivo, nessun artista escluso.
Senza considerare che dietro ad un artista di questo livello, ci sono centinaia di persone che lavorano, come tecnici, musicisti, organizzatori, assistenti, staff di sala, ecc..
Dobbiamo avere pazienza, ma mica dobbiamo arrenderci, giusto?
Quindi, cosa possiamo fare se i Live sono fermi, ma sono una parte importante per noi?
Adele, ad esempio, dopo essersi scusata, ha chiamato alcuni fans in video chiamata, ha detto che farà arrivare loro merchandising gratuito e che organizzerà incontri e saluti di persona.
Ha anche lasciato un messaggio scritto con il rossetto su uno specchio all’interno del suo negozio di merchandising al Caesars Palace, e per chi è già a Las Vegas c’è un regalo da ritirare in negozio.
Mi è piaciuto molto come è stata gestita questa situazione (da Adele e il suo Staff), per non perdere la fidelizzazione dei fans, alimentare i social, e offrire loro qualcosa nonostante le difficoltà.
Inevitabilmente qualcuno l’avrà presa bene e qualcun altro male, ma immaginate quanto possa essere stressante e difficile gestire una situazione di questa portata…
Anche noi nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa.
Se operiamo in ambito Live possiamo organizzare un evento in streaming, regalare merchandising, fare dirette e rispondere alle domande dei nostri fan, o inventarci qualsiasi altra cosa per mantenere vivo il nostro rapporto con la nostra audience di ascoltatori.
Ovviamente mi auguro che questa fase si superi presto, ma nel frattempo non possiamo rimanere seduti ad aspettare.
Perché le persone si dimenticano in fretta di noi, e se abbiamo faticato per costruire la nostra fan base, dobbiamo coccolarla, offrire loro qualcosa, così che possano continuare a seguirci, e magari con più voglia di prima!

 


Vuoi iniziare a lavorare nel settore musicale?

Iscriviti a questa lezione gratuita e scopri come fare:

accedi ora

Vuoi maggiori informazioni?

Chiama il Numero Verde gratuito 800.333.414

numero verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
Torna su