5 Errori da non fare prima di firmare un contratto discografico

Quando una label vuole pubblicare il nostro brano siamo sempre pieni di entusiasmo.

Ma non dobbiamo farci accecare da questo sentimento e leggere attentamente il contratto discografico prima di firmarlo.

Infatti, quando ci troviamo di fronte ad un contratto discografico, dobbiamo sempre leggerlo con attenzione, e firmarlo solo dopo aver capito tutte le clausole.

Ma oltre alle clausole scritte, sul contratto potrebbero essere omesse parti importanti.

contratto discografico

Per questo motivo all’interno di “Vivere di Musica Oggi” c’è un modulo intero dedicato ai contratti, ed evitare di commettere questi ed altri errori.

Ecco 5 errori da evitare assolutamente prima di firmare un contratto discografico:

1. Verifica sempre cosa la label si impegna a fare

I contratti sono bilaterali, significa che ognuna delle parti (noi e l’etichetta) siamo soggetti a diritti e doveri.

Cosa si impegnerà a fare l’etichetta?

Noi abbiamo fatto la fatica di fare il disco, l’etichetta deve impegnarsi a fare il resto.

Dovrà esserci scritto che pubblicherà il disco (non sapete quante volte è successo che un disco viene bloccato e mai pubblicato), dove lo pubblicherà (su tutti gli store digitali, se stampa su CD dove verrà distribuito, ecc.), in che modalità (Mp3, Wav, Stems).

Si impegnerà a promuoverlo?

L’etichetta dovrebbe promuovere il brano attraverso comunicati stampa da inviare a radio, redazioni di giornali, riviste, ecc., e queste attività andrebbero inserite sul contratto.

2. Controlla la data di uscita del disco

Quando verrà pubblicato il disco?

Non basta scrivere sul contratto che l’etichetta si impegnerà a pubblicare il disco, ma è necessario indicare la data esatta di uscita del brano o dell’album.

Consiglio sempre di pubblicare con anticipo su Spotify, in modo da dare la possibilità ai fan di pre-salvare il brano prima dell’uscita.

3. Deve indicare dove verrà pubblicato il disco

distributori musica digitali contratto discografico

Lo abbiamo già detto… dove verrà pubblicato il disco?

E’ importante indicare tutti gli store digitali, o per lo meno indicare i principali, che sono Spotify, Apple Music, Amazon Music, Deezer, ecc.

Verrà pubblicato anche su Youtube? Ci sarà un video?

Anche in questo caso è meglio scriverlo sul contratto discografico.

4. Controlla le condizioni di pagamento delle royalties

Questo è un punto importante.

In che modo verrano pagate le Royalties? Ci sarà un anticipo? Verrò pagato al raggiungimento di una soglia minima? Dovrò emettere fattura o ritenuta d’acconto? Quando verrò pagato? Ogni 3 mesi o ogni 6 mesi? A gennaio e ad agosto? Mi scriveranno loro o dovrò chiederlo io?

Tutte queste domande devono trovare risposta all’interno del contratto.

5. Recessione e rinnovo del contratto discografico

Ultimo punto ma non meno importante.

Cosa succede se le cose vanno male e vogliamo sciogliere il contratto?

Alcuni contratti si possono risolvere facilmente, ad esempio con una raccomandata.

Altri invece includono una penale.

La maggior parte dei contratti poi, hanno il rinnovo automatico dopo 10 o 20 anni. Anche questo però si deve poter rescindere.

Sono aspetti importanti da tenere in considerazione e da valutare.

contratto discografico lente

Conclusioni

Se queste cose non sono indicate sul contratto discografico, prima di firmarlo parla con il proprietario della label o con un responsabile e trova un accordo per far aggiungere questi punti.

Ne va del successo del tuo brano e di te come artista.

Perciò non commettere questi errori e non sottovalutare mai questi aspetti.

 

Vuoi mettere il turbo alla tua carriera musicale?

Allora devi mettere la mani sulla bibbia del music business da questo link: “Vivere di Musica Oggi”

All’interno trovi già centinaia di artisti che stanno trasformando la loro passione per la musica in una professione sostenibile e redditizia.

Scopri tutte le strategie per lavorare nell’industria musicale registrandoti alla Lezione Gratuita da qui: “Vivere di Musica Oggi”

 


Vuoi iniziare a lavorare nel settore musicale?

Iscriviti a questa lezione gratuita e scopri come fare:

accedi

accedi ora

Vuoi maggiori informazioni?

Chiama il Numero Verde gratuito 800.333.414

numero verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItalian
Torna su